Di la tua

Spazio libero dedicato ai cittadini che vogliano esprimere suggerimenti, per tenerci aggiornati sulle attività locali di cui volete una maggior visibilità o anche semplicemente per dar voce ai vostri pensieri ed alle vostre idee su Pietrabbondante e sull'Alto Molise...

12 commenti:

  1. Sono Rita Fazioli nata a Cantalupo e residente a Pietrabbondante.Amo le tradizioni popolari.Nel mio paese mio padre faceva l'altarino per il Corpus Domini su cui veniva deposto l'ostensorio con l'ostia.Ho scelto di continuare tale usanza da quando ho sposato Lucio.L'altarino da me costruito è ornato di piante,fiori,tovaglie ricamate e il pavimento cosparso di fiori di ginestre.Per questo bel lavoro mi avvalgo della collaborazione di amiche,amici e parenti che tutti gli anni raccolgono i fiori nei campi e si adoperano per disegnare le icone.Con il seguente link è possibile visualizzare le foto del Corpus Domini: http://www.flickr.com/photos/47228323@N03/6115128673/

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Un saluto e un in bocca al lupo per la vostra attività da un carovillese a Milano con l'augurio che possiate valorizzare il bel territorio dell'alto Molise.
    Giovanni

    RispondiElimina
  4. Non si accettano commenti da anonimi. Chi vuole scriverci o comunicarci qualcosa privatamente, può farlo scrivendo all'indirizzo mail: pietrabbondanteblog@gmail.com

    RispondiElimina
  5. A TUTTI UN GRANDE L'ANNO 2012
    PROGETTI ...PIENO DI SOGNI...AMORE...CREATIVITA E GIOIA ..... NORA DI SALVO DA SALTA-ARGENTINA

    RispondiElimina
  6. Felicidades a todos los italianos en Argentina! Le deseamos un Feliz Ano Nuevo. Esperamos novedades de ustedes. Un abrazo da la comunidad de Pietrabbondante!

    RispondiElimina
  7. Roma, 05 febbraio 2010

    I nostri paesi d’origine, Bagnoli e Pietrabbondante, si scorgono di lontano, di fronte ad un panorama meraviglioso. Le loro pietre hanno contato secoli di storia, hanno sfidato il vento, ascoltato le storie tristi e felici degli abitanti, tra le loro case rivive il passato e noi anche se di paesi diversi ma vicini, abbiamo le stesse radici, discendiamo entrambi dalla gloriosa stirpe Sannita, ed è in memoria dei nostri progenitori, che sono vissuti in quei luoghi in tempi molto difficili, che dobbiamo mantenere vivo il legame tra noi e la nostra terra d’origine, facendo in modo che le tradizioni e la cultura non vadano perse, perché quello che fa la bellezza di un paese è soprattutto la gente e la vita si esprime anche con manifestazioni apparentemente semplici come questa di oggi, che servono a preservare abitudini e costumi, affinché il passato non venga dimenticato, ma sia incentivo per il futuro…


    “ Cos’è per noi il nostro paese?”

    Rifugio per i nostri fine settimana, oasi per il periodo estivo, il nostro paesello diventa il paese delle nostre vacanze e prende un posto speciale nel cuore di ognuno.
    Ricordi di famiglia, d’infanzia, di amicizie indimenticabili, volti cari ormai scomparsi, si affollano nella memoria, portando ognuno a ritrovare una parte di se stessi rimasta immutata dai giorni dell’infanzia.
    Lontano dai ritmi frenetici della città e da una vita che ci appare sempre più consumata e non vissuta, è lì che torniamo, nel nostro paese, dove c’è un grande senso della famiglia e delle tradizioni e dove la solidarietà e l’ospitalità si toccano con mano.
    Lì un luogo magico, dove il legame con la natura è ancora forte, in Primavera la campagna è tutta una ghirlanda di ginestre in fiore e di notte risplende con gli ulivi tormentati e contorti dal vento capriccioso, che la fa da padrone, modella gli alberi e fa ondeggiare il grano; e d’Inverno silenzioso e innevato diventa per magia un paese incantato.
    E circondati dai mille ricordi che sono come frecce al nostro cuore ,è lì che ci rifugiamo,come un ritorno nel ventre materno, chiedendoci chi siamo e dove andiamo,sperando che quello che abbiamo vissuto non sia dimenticato e non sia invano, per questo “Paese nostro ti amiamo…”

    Rina Tesone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio nonno è emigrato nel 1886 in Argentina. Siamo un sacco di Tesone, Santangelo e ...
      Saluti da queste terre meridionali
      Graciela María Viñuales Tesone

      Elimina
  8. Ho letto questa mia poesia dedicata al nostro amato Pietrabbondante ,ad una festa di beneficenza organizzata a Roma dal Parroco di Bagnoli Del Trigno.....Rina Tesone

    RispondiElimina
  9. ho provato a connettermi alla webcam di Pietrabbondante ma non mi appare l'immagine sapreste dirmi il Perche? vi ringrazio anticipatamente per la eventuale risposta.

    RispondiElimina
  10. Hello, I am trying to obtain a marriage record for 1946 from the church of Santa Maria Assunta. The groom was FOLTA, Boleslaw, a Polish soldier with Polish 2 Corps Rear Party, the bride was DI SALVO, Caterina, from Pietrabbondante. All I need is the exact date of marriage so that I can give this to a person who is handling a request for Polish citizenship for their daughter, who was born in Argentina, where they emigrated after the war. Can someone help me?

    RispondiElimina
  11. Sono allibito dalla bellezza dei vostri posti.

    RispondiElimina